Home Un po' di storia Cosa vedere la Cattedrale

Cortona.ws


Cortona

Il vero vivere Toscano


Le chiese di Cortona

Oratorio di San Francesco

La chiesa Oratorio di San Francesco è sita nella parte alta di Cortona, vicino al vecchio ospedale.

In questa pagina Noi vogliamo documentare questa chiesa specificatamente dal punto di vista architettonico ed artistico.

Se invece siete interessati alle reliquie che si trovano al suo interno, abbiamo preparato questa pagina apposita.

Ricordiamo che nella Chiesa Oratorio di San Francesco a Cortona è conservato un frammento della Santa Croce.

chiesa di San Francesco

Qui nel 1245, sopra antiche terme etrusche / romane, Frate Elia costruì la seconda chiesa dedicata a San Francesco.

chiesa di San Francesco

Frate Elia fu il grande edificatore dell'Ordine Francescano.

Fu il primo successore di San Francesco come primo Ministro Generale dell'Ordine e quindi guida dei Frati Francescani Conventuali.

A Lui, oltre questa bellissinma chiesa, si deve la realizzazione delle Basiliche di San Francesco ad Assisi e del Sacro Comvento.

Tommaso da Celano, nella sua Vita Prima, racconta che San Francesco di Assisi, poco prima di morire, parlò a Frate Elia queste parole:

Ti benedico, o figlio, in tutto e per tutto;

e, come l'Altissimo, sotto la Tua direzione, rese numerosi i miei fratelli e figlioli, così su Te e in Te li benedico tutti.

In cielo e in terra Ti benedica Dio, Re di tutte le cose.

Ti benedico come posso e più di quanto è in mio potere, e quello che non posso fare IO, lo faccia in Te Colui, che tutto può.

Si ricordi Dio del Tuo lavoro e della Tua opera e Ti riservi la Tua mercede nel giorno della retribuzione dei giusti.

Che Tu possa trovare qualunque benedizione desideri e sia esaudita qualsiasi Tua giusta domanda.

Per San Francesco, Frate Elia era la Sua "Madre", mentre era il "Padre" per gli altri fratelli,

chiesa di San Francesco

Lo stile della costruzione fu nel gotico / italiano del tempo con un'unica ampia ed ariosa navata a forma rettangolare.

chiesa di San Francesco

La chiesa è ricca di opere d'arte e di reliquie.

Forse la più bella è questa Madonna con Bambino di autore ignoto.

Il volto della Madonna è semplicemente Divino.

Madonna con Bambino
Madonna con Bambino

Sull'altare di destra, appena si entra, si trova un grande dipinto con una delle pochissime rappresentazioni di San Francesco davanti al Sultano Al-Malik al-Kamil di Niccolò Monti di Pistoia del 1842.

San Francesco davanti al Sultano Al-Malik al-Kamil
San Francesco davanti al Sultano Al-Malik al-Kamil

Continuando la visita sull'altare Zeffirini, secondo altare di sinistra, dove c'è il bellissimo Martirio di Santa Lucia di Matteo Bonechi del 1730.

Martirio di Santa Lucia di Matteo Bonechi
Martirio di Santa Lucia di Matteo Bonechi

Quasi davanti al dipinto del Bonechi si trova l'olio su tela del Miracolo della mula di Sant'Antonio da Padova di Ludovico Cardi detto il Cigoli nel 1597.

il Miracolo della mula di Sant'Antonio da Padova dipinto da Ludovico Cardi
Miracolo della mula di Sant'Antonio da Padova di Ludovico Cardi

Completano quella pinacoteca conosciuta anche come Oratorio di San Francesco altre tre grandi tavole.

La prima è l'Immacolata Concezione di Andrea Commodi.

Immacolata Concezione di Andrea Commodi
Immacolata Concezione di Andrea Commodi

Poi si trova la Natività di Raffaello Vanni.

Nativita di Raffaello Vanni
Natività di Raffaello Vanni

Infine la bellissima Annunciazione di Pietro Berrettini da Cortona.

Annunciazione di Pietro Berrettini da Cortona
Annunciazione di Pietro Berrettini da Cortona

Merita una speciale menzione il Crocifisso del fiorentino Giuseppe Piamontini che si vede sulla destra appena si entra.

 il Crocifisso del fiorentino Giuseppe Piamontini
Crocifisso di Giuseppe Piamontini

Premesso che non siamo al livello della Battaglia di Anghiari di Leonardo, probabilmente nascosta sotto il quadro del Vasari, ma in diversi degli altari, sotto le murature coperte dai dipinti ad olio, si trovano gli affreschi della scuola di Buonamico di Martino detto il Buffalmacco e risalenti alla fine del 1300 ... come questo.

Buonamico di Martino detto il Buffalmacco

Chiudiamo ricordando che le spoglie mortali di Frate Elia riposano in questa chiesa, sotto questa anonima lapide, quasi nascoste dietro il coro.

La Tomba di Frate Elia

La riesumazione del 1966 ha confermato l'autenticità della sepoltura.



Di seguito l'elenco delle altre chiese visitabili a Cortona

Gli anni passano, gli interessi cambiano e l'epoca dei figli piccoli con cui andare in giro ogni weekend è finita.

Se siete interessati a proseguire la nostra storia sappiate che questo sito, come tutti gli altri di Toscana ed Umbria che possediamo, è in vendita.

Per informazioni contattateci via mail all'indirizzo: siti.in.vendita@gmail.com

Prenota con Noi

Prenota la Tua visita a Cortona con GetYourGuide

Ricordiamo che Cortona dista meno di 2 ore dal 20% delle bellezze artistiche mondiali ed è in grado di offrire un'ospitalità adeguata al turista od al visitatore che vi vuole soggiornare.

AugurandoTi una buona visita a Cortona ... Ti consigliamo di prenotare con Noi la Tua vacanza usando Booking.com

Booking.com